15.9.15

La (non) fine dell' estate


Cantavo quella canzone "è il segno di un estate che vorrei potesse non finire mai", la cantavo a squarcia gola gli ultimi giorni di agosto, quando faceva ancora caldo e le giornate finivano con una passeggiata sul corso ed un gelato in mano.
Mi mette sempre un po' di tristezza la fine dell' estate, ma non perchè ami l' estate in se ma perchè la parola fine mi mette ansia. L'ansia che è finito qualcosa e chissacosa mi aspetta.

E' quella sensazione di mezzo tra l' eccitazione data dalla curiosità e paura dell'ignoto.
Ma quest' estate non sono partita, niente ferie. E ok che sono già in un altro paese e per me andare a Londra vuol dire passare un fine settimana carino, ma non vuol dire ferie. Qui si lavora e si fanno delle scelte, che poi giuste o sbagliate chissà dove mi porteranno.
Quella canzone la canto ancora oggi, mentre mi ritrovo a far colazione con delle gustosissime pesche al forno, in una mattina di fine estate seduta sulla panca nel giardino di un signore inglese.
Ed è così che sono tornata nel mio angolo di paradiso, in realtà non mi sono mai mossa da qui, ho solo aperto la finestra di una camera con vista sul ritorno.


Oatmeal rovesciato - Pesche al forno con avena e salsa di mele al miele






Ingredienti:
6 pesche fresche
40g di avena
75g di miele di melata di abete (*)
40g di zucchero semolato
40g di farina integrale
40g di farina 00
30g di burro (più una noce)
1 cucchiaio di zucchero semolato
panna fresca
yogurt al naturale
il succo di un limone
un pizzico di sale e di cannella in polvere


La sera prima ho mescolato lo yogurt con la quantità doppia di panna e il succo di un limone; ho coperto la ciotolina e lasciato riposare in frigorifero.
Mescolate con le mani la farina con l'avena e un cucchiaio di zucchero con un pizzico di cannella,a aggiungete il burro a pezzetti fino ad ottenere un impasto sbricioloso. Lavare e tagliare le pesche a metà, svuotandole del seme, sistematele in una pirofila e aggiungete una noce di burro in superficie e il composto di farina, avena e burro. Infornate a 150° gradi fino doratura.


Nel frattempo bollite le mele e una volta cotte riducetele a purea. Versate il miele in un pentolino aggiungete qualche goccia di acqua e lasciate cuocere per cinque minuti mescolando con un cucchiaio di legno, aggiungete la purea e una noce di burro.
Lasciate intiepidire le pesche, aggiungete un cucchiaio di panna acida e alla fine la salsa al miele.

*Podkarpacki miód spadziowy (Miele di melata di Precarpazia)
Prodotto solo in alcune zone boschive del voivodato della Precarpazia. È un tipo di miele liquido o
cristallizzato nel quale domina la melata proveniente dall’abete bianco (70% e più). La consistenza è
densa e appiccicosa. Il colore marrone scuro con dei riflessi verdi, che nel corso della cristallizzazione si schiarisce. Ha un sapore delicato, dolce e particolarmente resinoso.



Ringrazio che mi ha dato l'opportunità (a me insieme ad altre nove blogger italiane e 10 polacche) di assaggiare preziosi prodotti della cucina polacca che non conoscevo e di partecipare al concorso culinario per #Polonia Expo Milano 2015


21 commenti:

  1. Deliziose le tue pesche al forno. Che profumino. Arriveranno prima o poi anche per te le ferie e ti riposerai anche tu un pò, perché quando ci vuole ci vuole !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E hai proprio ragione, quando ci vuole, ci vuole! :)

      Elimina
  2. "...è il segno di un'estate che vorrei potesse NON finire mai...."
    ebbene, chi vorrebbe che l'estate finisse?! chi per un motivo, chi per un altro, credo che un po' tutti vorremmo che continuasse ancora, e ancora, e ancora, e ancora....
    Intanto ti auguro un buongiorno, una buona colazione, bella profumata, deliziosa, morbida e dolce al punto giusto!!
    :D A prestooooo ciaoooo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica, penso che dipenda da quello che ci aspetta dopo l'estate? Che dici? :)

      Elimina
    2. Ah beh, ci sta... :D eccome se ci sta!!!
      Ciao Marti, alla prossima ricetta :)
      Buon inizio settimana....

      Elimina
  3. Quando si è all'estero, basta spostarsi per scoprire posti nuovi per sentirsi comunque un po' in vacanza, ma capisco che non è la stessa cosa che fare un viaggio o una vacanza.
    Ricetta deliziosa che sa tutta ancora d'estate.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, c'è una bella differenza, anche se sì mi ritengo fortunata perchè appena posso cerco di evadere dalla quotidianità, in qualunque parte del mondo io sia....e noto che lo fare anche voi e mi fa piacere!
      A presto

      Elimina
  4. Buonissima la ricetta e... speriamo che questa estate regga ancora un po' ^^

    RispondiElimina
  5. l'estate sta finendo ma per fortuna si trovano ancora le pesche in giro, frutto che io amo molto. Davvero una bella rivisitazione delle classiche pesche ripiene con amaretti. Le foto sono stupende

    RispondiElimina
  6. Tecnicamente è ancora estate, e qui da me è scoppiato nuovamente il caldo...si boccheggia proprio !
    Mi piace molto la tua proposta :) Felice serata

    RispondiElimina
  7. Quanto mi piacciono queste pesche al forno... una delizia!!!!

    RispondiElimina
  8. Hai ragione Martina, mai come quest'anno l'estate fa fatica a lasciarmi... La paura di quello che viene dopo, il lavoro, la scuola dei tre figli, magari qualche inconveniente di salute nei genitori per me ormai anziani.... Non ce la posso dare :-)
    Mi consolo con queste splendide pesche!

    RispondiElimina
  9. ...quella sensazione di tristezza che appartiene anche a me.... perchè la parola fine non ci sta proprio bene, perchè amo l'estate, il caldo, le belle giornate, le LUNGHE giornate......
    ma va così, inevitabilmente....
    e un pò di tristezza mi resta dentro...
    poi passo da te e mi torna il buon umore all'idea di poter provare queste delizie che condividi con noi!
    Un abbraccio grande cara <3

    RispondiElimina
  10. Ricetta deliziosa e molto estiva, bellissime le foto complimenti. Per me l'estate è la stagione più bella dell'anno, con o senza ferie quando finisce lascia sempre un po' di malinconia. A presto!

    RispondiElimina
  11. ..volevo solo dirti che io passo sempre, troppo spesso in silenzio, ma sono qui..<3

    Buona giornata dolcezza, a presto :*

    RispondiElimina
  12. Ciao Martina, buon onomastico cara, spero di poterti rileggere presto :-*

    RispondiElimina
  13. Ciao Martina,
    complimenti per il blog e la poesia che trasmetti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Venta las nueva camiseta futbol barata 2016-2017,camiseta seleccional, comprar Real Madrid,Barcelona,Chelsea,Manchester City ,mujer,nino con la buena calidad y mejor precio en la annaCamisetas.com

    RispondiElimina
  15. Il Fenerbahce 2016-2017 Maglia bianca e vanta uno sguardo allo stesso modo pulito al kit di casa. striping Sottile è visibile sulla parte anteriore della nuova Fenerbahce 2016-17 via corredo, mentre i polsini collo e delle maniche sono dotate di finiture blu e giallo scuro.comprare maglie calcio personalizzate maglie calcio 2017,maglia serie a italia,Maglia Barcelona vendita
    Maglia Deportivo shop

    RispondiElimina
  16. Ciao Martina, complimenti per il tuo blog e anche per questa nuova ricetta. Ti ho nominato per Liebster Award 2016, sul mio blog tutti i dettagli: http://chiccachef.altervista.org/liebster-award/
    Ciao Francesca (www.chiccachef.it)

    RispondiElimina
  17. Grazie per la ricetta e complimenti per il tuo blog, mi piace molto! :)

    Ti/Vi aspetto sul mio blog di cucina: http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    RispondiElimina