21.7.14

Oltre un crumble



Mentre preparavo i miei bei bagagli, diretta in Olanda, ero pervasa da un senso d’ansia e d’angoscia; il timore di non sapere cosa avrei trovato sapendo benissimo cosa stavo lasciando; stavo barattando la mia ‘sicurezza’, il mio ‘porto sicuro ‘, la presenza costante dei miei affetti… “Con che cosa?”, mi domandavo. Certamente, benché ansiosa e angosciata, ero anche incredibilmente eccitata; era l’eccitazione della ‘novità’, dell’avventura, di una vita nuova nella quale immergersi a capofitto senza esitare. Allora ho cominciato a capire che ciò che lasciavo alle spalle era nient’altro che… il mio essere ancora bambina, il mio ‘avere ‘ nient’altro che una possibilità, quella possibilità che, facendoti dipendere sempre da qualcun altro, non può mai farti sentire realmente libera.

14.7.14

Puffs, pancakes!



Non mi piace aspettare, le attese mi agitano. Non vedo l'ora di scartare un regalo, di rispondere subito, dopo il primo squillo, di fare le valigie e partire per un viaggio.
Non vedo l'ora che sia lunedì mattina per aprirvi le porte della mia cucina, anche se ne servirebbero di più di lunedì per mostrarvi i miei pasticci. Ma le parole si intrecciano e i pensieri mi fanno inciampare per la strada molto più spesso di quanto possa immaginare.


7.7.14

I profumi dell' estate


The only excuse for making a useless thing is that one admires it intensely.
O Wilde
L'unica scusa per aver fatto una cosa inutile è di ammirarla intensamente diceva Oscar Wilde.
E quand'è che ci blocchiamo nel farla? Quando i nostri errori ci fanno più paura dei rimpianti?
Per fare dei passi avanti bisogna perdere l'equilibrio, diceva qualcuno.
Forse troppe frasi fatte questa mattina, ma ogni tanto io sento il bisogno di leggerle. 
Ci possiamo sdoppiare, triplicare, pensare a quello che dobbiamo fare ora, fare poi e a quello che abbiamo fatto, ci possiamo arrabbiare, sorridere e piangere nello stesso momento. 
Sapreste dirmi quante donne siete?

30.6.14

Sdraiata sugli scones



Non importa di quanto trucco hai in viso, se c'è qualcuno che ti porta un fiore.
Se c'è qualcuno che ritorna sullo stesso punto in cui vi siete incrociati, solo per rivederti.
Non importa quanto puoi sembrare brutta all'apparenza, come uno scones che non si può certo definire uno dei dolci più presentabili. E' un biscotto buonissimo.