20.10.14

La bellezza è negli occhi di chi guarda


Vi ricordate la città più brutta del mondo?
E' quella dove sto vivendo la mia vita ora. Qui c'è il mare e oggi l'ho visto con occhi completamente diversi; Il sole, che è uscito dopo giorni di pioggia, le volpi, viste nella stradina dietro casa che si voltano per guardarti e per dirti "guarda ci sono anche io"; le foglie, che si posano per terra, senza sovrapporsi ma con eleganza creano quadri di colori sul prato e gli scoiattoli che si avvicinano ogni giorno di più per richiamare la tua attenzione.
La meraviglia negli occhi, è una costante per me, per fortuna. Mia mamma fin da piccola mi istigava a mangiar carote per la salute dei miei occhi...fate voi (cit. titolo) :-)
E la mia meraviglia la imprigiono dietro delle immagini, perchè a scriverle non mi viene così bene e a parole non ne parliamo!

13.10.14

Il bis, per favore


Il mio momento di comfort inizia quando rompo il guscio di un uovo, in piedi davanti una grande ciotola, con un sorriso raggiante e la testa tra le nuvole. Il bisogno settimanale di pensare a togliere i pensieri dalla mente di concentrarsi esclusivamente sull'obiettivo del momento, che non è un dovere.

6.10.14

La casa dalle pareti viola



E' bastato il mare a farmi (ri)trovare questa città, dopo essermi persa tra le strade piene di coloratissimi murales ed essermi inebriata del profumo della birra.
E' bastato così poco ritrovarsi a casa, o nel luogo in cui ora chiamo "casa". E non è un luogo qualunque né lo diventa un luogo qualsiasi.

29.9.14

Il ripostiglio dei sogni


L'avventura è iniziata il 10 settembre su un autobus che andava da Londra a Portsmouth. Eravamo io e Silvia e la nuvoletta di Fantozzi. Cinque minuti prima dell'arrivo la prenotazione della casa in cui dovevamo alloggiare per due giorni è stata annullata.
Siamo arrivate. E' la città più brutta del mondo.
Eravamo in mezzo ad una strada e con tre bagagli a testa alla stazione degli autobus dove c'era gente che aspettava l'arrivo dei propri cari e a noi non ci aspettava nessuno.
C'è anche il sole, non è vero che in Inghilterra piove sempre!

8.9.14

Le cose che mi mancheranno



Credo nella magia delle cose, dei luoghi e degli incontri.
Mi mancheranno le mie coinquiline, con le quali ho condiviso momenti speciali ed ho imparato a condividere (cosa non così scontata per una figlia unica), le corse in bicicletta per arrivare puntuali le colazioni lunghe della domenica mattina, le serate cinema, le birre sul canale, i pranzi, gli aperitivi e le cene improvvisate, la luce fino a tardi e i tramonti dal terrazzo, le lunghe conversazioni prima della buona notte davanti la porta della stanza, la pioggia che ci faceva i dispetti, gli incontri e le persone conosciute per caso.