24.11.12

Fix you

"...I will try to fix you"


Questo periodo corre in fretta, troppo in fretta. 
Mi volano le giornate sotto il naso, sotto gli occhi, sotto mano... e non riesco mai a ritagliarmi quello spazio tutto mio dove cucinare e fotografare.
Fotografare...Ultimamente rimango sorpresa anche da quei piccoli particolari che sono presenti nel paesaggio quotidiano, nella strada che facciamo tutte le mattine...Rimango sorpresa, quasi immobile. E mi guardo intorno in continuazione alla ricerca di questi piccoli particolari...
Se il mondo e la vita potessero essere affrontati solo mediante “slanci passionali”...non esisterebbero depressione e depressi; non vi sarebbe persona in grado di NON scovare la propria nicchia, il proprio posticino al calduccio.

A questo punto non ci rimarrebbe che “ammazzare” la routine ( giacché uno “slancio” è questione di attimi, effimero come il tempo) e credere di essere in grado di crearci una vita fatta di momenti “intensi” 
...In questo momento vorrei stare con i piedi che affondano in una coltre di neve bianca soffice e altissima...fino alle ginocchia...
Sentire solo il rumore dei miei passi e camminare, camminare alla ricerca di quel particolare da fotografare.


Ma torniamo con i piedi nelle pantofole e parliamo di zuppe.
Zuppe, sicuramente vegetariane, ma che con la loro nonchalance ti riscaldano il cuore.
Questa in particolare è veloce da preparare, semplice e modificabile con l'aggiunta di ingredienti dimenticati in frigo.

Zuppa al cavolfiore

         

Ingredienti:

1 cipolla, carota, zucchina, sedano
1 etto di piselli
1 cavolfiore bianco
2 patate
brodo vegetale
olio evo
paprika dolce
sale e pepe bianco


Fate il soffritto con la carota, la cipolla e la zucchina (tagliate grazie alla grattugia Tescoma )e mezzo gambo di sedano . Aggiungete i piselli e lasciate cuocere.
Lavate e pulite il cavolfiore, quindi già a pezzettini aggiungetelo al soffritto, insieme alle patate sbucciate, lavate e tegliate a pezzettini.
Rucoprite le verdure con il brodo vegetale, aggiungete il sale, il pepe bianco e la paprika dolce.
Lasciate cuocere la zuppa fino a quando la patata non sarà cotta.
Se preferite potete frullare il tutto sino ad ottenere una crema, ma io ho preferito lasciarla così.
Servite caldo.




Vi auguro un week end pieno di calore.

P.S. sono riuscita a caricare il pdf sul kiwi...fatemi sapere che ne pensate :)









18 commenti:

  1. che buona!!! Una zuppetta così ci riscalda proprio in queste giornate freddine!

    RispondiElimina
  2. Buone le zuppe, perchè nella loro semplicità, solo molto nutrienti. Bellissime le foto,anche a me piacerebbe andare alla ricerca di particolari, attimi di vita da fotografare. Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie giovanna...magari un giorno...per caso ci incontreremo mentre stiamo fotografando :)

      Elimina
  3. Adoro le zuppe, e questa tua col cavolfiore mi sembra una coccola adatta al periodo!

    RispondiElimina
  4. Adoro il cavolfiore e le zuppe; soprattutto in questo periodo in cui arrivano i primi freddi! Dalla foto, la tua sembra proprio invitante! :o)

    RispondiElimina
  5. Una canzone che adoro, un post bellissimo, in cui riescia condensare in poche significative parole emozioni e pensieri che condivido con te, ed infine una zuppa calda, invitante di quelle che....ti scaldano le ossa e ti rimettono a posto :)
    Grazie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberta, ma grazie te lo devo dire io per questo splendido commento :)
      Un bacione

      Elimina
  6. credo che sia vero, tutto scorre
    :)
    tornare con i piedi per terra e trovare questa zuppa è un piacere incommensurabile
    :*
    Cla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia cogli sempre in pieno le cose! :)

      Elimina
  7. deve essere buonissima! e poi io adoro il cavolfiore. Ciao Paola

    RispondiElimina
  8. Ciao, ho un piccolo regalo da darti, spero ti faccia piacere. Passa a trovarmi!

    RispondiElimina
  9. Ciao... se passi da me, c'è un premio per te!

    RispondiElimina