23.3.15

Questo blog non è un blog per ittiofagi



Dal finestrino di un aereo siamo così piccoli, il mondo sembra così perfetto, colorato, ma in plastica, uno di quelli da lasciar nelle mani di un bambino.
Poi sbircio il mondo dal finestrino di un autobus.
Alle sei e mezza mi godo l'alba, con quel sole arancione ed enorme che fa "cu-cu" da dietro il mare.
Poi mi sbircio Londra e alle otto di mattina è nel suo pieno movimento. Mi godo i colori, le persone e il movimento. Tutto scorre e io sono ferma, ma in movimento, con il viso appoggiato sulla mano.
Ad un tratto, sono in Irlanda, sdraiata su di un soffice pavimento verde tra le colline e intorno a me non distinguo bene le cose, vedo colori, case di legno, sento profumi, ma guardando di fronte a me vedo un cielo color mare e nuvole bianche che fanno spazio al sole.

Ok, ci sono ricascata con i mirtilli. E ci sono ricascata con gli impasti lievitati, non ne posso proprio fare a meno di metterli insieme. Questa volta a mia discolpa posso dire che ho fatto dei mini plum cake lievitati e che ho usato il golden syrup per fare la "british" della situazione e che se gli ingredienti non cambiano di molto allora dipende dai punti di vista in cui guardi le cose.
Me la passate?


Ho in mente e nel cuore, ancora, panorami fantastici, luoghi in cui il tempo si è fermato, scorci verdi, scogliere, castelli nascosti, colline e fiumi, in cui anche i cimiteri sulla collina hanno il loro fascino.
Ho in mente il viaggio in Irlanda fatto questa settimana, in cui fantasticavo ad occhi aperti di come sarebbe bello avere una fattoria e godere di quel verde tutti i giorni. E vi avrei offerto del pesce, che ci stama pennello, ma per quanto riguarda il pesce, vi consiglio di andarlo a mangiare direttamente sul posto, magari accompagnato dalle patatine, che lo so, non ve ne pentirete.

Plum cake brioche con mirtilli 


Ingredienti:
280g di farina forte
80g di burro fuso
50g di acqua
25g di latte
2 uova
50g di golden syrup
7g di lievito di birra disidratato o un cubetto fresco
una manciata di mirtilli freschi e secchi

In una ciotola mescolate le uova con una frusta a mano, aggiungete lo sciroppo di zucchero, il burro freddo e l'acqua con il latte. Mescolate amalgamando la farina insieme al lievito (se non usate quello fresco di birra, che altrimenti andrebbe sciolto nell'acqua e aggiunto prima), lavorate l 'impasto con una spatola e lasciate riposare per almeno 2 ore, o fino a quando l'impasto sarà raddoppiato di volume.
Mettete l'impasto nei pirottini di carta e aggiungete i mirtilli all'interno. Lasciate lievitare per almeno un altra ora in un luogo caldo.
Cuocete a 190° per una mezz'ora. Fate la prova stecchino.



25 commenti:

  1. Questo plumcake sembra sprigionare un tale profumo di cose buone...avrei tanto voluto trovarlo sulla mia tavola per la colazione...uffi....mi accontento di vederlo attraverso le tue splendide foto!!! Un abbraccio e complimenti!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio grande anche a te e grazie

      Elimina
  2. Che bello!!! Adoro i mirtilli quanto le tue foto! Bellissime ^.^ , complimenti! In più questo plum cake sembra davvero buono con quel tocco di golden syrup! Bella idea!
    Un abbraccio, Raky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel tocco di golden syrup gli conferisce quella dolcezza non esagerata...fammi sapere se lo provi :)

      Elimina
  3. Chi sa che profumino nella tua cucina. Sono venuti bellissimi e sicuramente molto golosi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il profumo dei lievitati (che siano mezzi plum cake ;) ) non si battono!

      Elimina
  4. sofficiosissimo! adoro anch'io questi dolci e ai mirtilli non so dire di no:)
    un abbraccio
    raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raffaella, è il nostro punto debole ;)

      Elimina
  5. questo dolce e' uno spettacolo, lo sogno per la colazione di domani.....Bravissima!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piuttosto veloce, magari questa sera potresti passare un ora in più in cucina e regalartelo per la colazione del lunedì!

      Elimina
  6. Il plumcake brioche mi mancava :-) nella ricetta manca la quantità di lievito. Immagino tu abbia usato quello di birra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenuccia, grazie per avermelo fatto notare e grazie di passare a trovarmi sempre

      Elimina
  7. Martina, da troppo tempo non passavamo qui :-) ti devo dire che ti invidio, sai: sbircio da Facebook tutti i magnifici viaggi e percorsi che fai e sogno di poter fare anche io! I mirtilli e i lievitati sono anche due delle nostre grandi passioni, c'è bisogno di aggiungere altro? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marta, viaggiare è una delle cose più belle nella vita, quindi te lo auguro di cuore. E per i lievitati, i mirtilli e il foodblogging, che dire? :-)

      Elimina
  8. Io ti lascio passare qualsiasi cosa Martina perché i tuoi dolci mi fanno sognare come le tue parole e poi perché i mirtilli mi piacciono assai....e sogno ancora la Scozia, quando la visiterai voglio un dettagliatissimo resoconto di viaggio....vito che ti trovi li magari prima o poi ci andrai....o ci sei già stata 0_o
    Resto sintonizzata non si sa mai....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Resta sintonizzata che è in programma, ancora non so bene quando, forse quest'estate....ti passo a prendere e andiamo insieme? :-)
      Ti abbraccio forte

      Elimina
  9. Sempre meravigliose le tue ricette.
    Per non parlare dei tuoi racconti :)

    RispondiElimina
  10. Mi tuffo sul tuo pan brioche, leggo le tue emozioni e ti invidio un sacco il golden syrup sappilo!! ;) un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, non c'è dalle tue parti? So che al centro di Roma si riesce a trovare abbastanza facilmente, sennò ti tocca fare un salto qui e approfittarne per farmi visita :-)

      Elimina
  11. fai tutto ciò che ti piace...ne hai facoltà!!!! ahhhahahahaha!!! bravissima mia cara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il tuo incoraggiamento!

      Elimina
  12. Questo plumcake ha un aspetto davvero soave!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sofficissimo! Il procedimento è leggermente più complicato di un plum cake classico, ma ne vale la pena!

      Elimina
  13. Che meraviglia! L'Irlanda è decisamente caratteristica, a me è rimasta nel cuore... e che dire del tuo dolce, lo adoro... ti rubo una fetta per merenda... Aspettavo una tua risposta via mail, ma immagino tu sia oberata. Spero comunque che passerai a trovarmi nella mia nuova "casa". Ci terrei ad un tuo giudizio! A presto, Erika

    RispondiElimina