25.9.13

Tarallucci e vino...!


L'autunno (a me sembra primavera) è iniziato e come ogni anno è forse la stagione più frenetica. Quest'anno poi particolarmente.

Sarà per gli ultimi mesi prima della "fine di tutto", per l'ignoto che vedo all'orizzonte, per un mese pieno di impegni (tant'è che ho dovuto iniziare ad usare l'agenda...mazza! :) )..fatto sta' che non vedo l'ora che le cose prendano una loro piega e il mare si calmi.

In Islanda non ho visto una linea di febbre o uno starnuto (nonostante le condizioni climatiche non sempre favorevoli) mentre mi ritrovo qui, a Roma con 23° e un caldo pazzesco, a letto!
Come se non bastasse, con un po' di febbre e con il naso così rosso e attappato che respiro come un carlino.
Sarà la divina provvidenza che mi costringe di stare a letto per meditare accuratamente sul mio futuro?!
Più sono ferma più la mia mente corre, divaga, sogna futuri improbabili, immagina, crea piccoli progetti...
Ma dopo un po' è il mio corpo che deve muoversi e lo sforzo della divina provvidenza è inutile.
Altro che tisane e brodi di pollo.
Mi sono alzata, ho stappato una bottiglia di vino e sono andata in cucina ad impastare.
Della serie è finita a tarallucci e vino! (ogni tanto ci sta ;))


Taralli (profumati) al vino
(ricetta presa dal libro "Pane" di Anna Gennari e personalizzata )


Ingredienti (per una teglia):

250 g farina 00
50 g olio evo (e quello per spennellare)
30 ml vino bianco secco
45 ml acqua
4 g lievito chimico (io ho usato il lievito di birra secco)
pepe e erbe varie (mentuccia, erba cipollina, origano)
10 g sale fino


Sciogliete il sale nell'acqua. Mescolate insieme la farina con il lievito, olio, vino, l'acqua, le erbe e impastate sino ad ottenere una buona consistenza. Formate dei filoncini fini e chiudeteli a ciambella (per dare la forma dei taralli).
Immergete i taralli in abbondante acqua bollente, toglieteli una volta a galla e asciugateli.
Disponeteli su una teglia con carta forno e lasciate riposare per 4 ore.
Spennellate con dell'olio e infornate a 180° per 20 minuti. Abbassate la temperatura a 150° per altri 20 minuti (per me qualche minuto in meno).


Buon relax :)



61 commenti:

  1. Che buoni questi tarallucci! L'influenza non ha certo avuto effetti sulle tue capacità in cucina :D
    Rimettiti presto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe Vale ci sarebbe da preoccuparsi sennò :D
      Ti ringrazio cara ;*

      Elimina
  2. Povera Marti, mi dispiace! Spero ora vada meglio <3 Anche io sono leggermente raffreddata e quindi sono corsa ai ripari prendendo echinacea, voglio evitare il più possibile le medicine... Del resto non c'è da meravigliarsi perché qui al mattino fa decisamente caldo e già dal pomeriggio quasi freddino... Questi tarallini sono stupendi, devo assolutamente provarli!!! Devi sapere che amo i tarallini all'olio d'oliva e vino bianco, mio nonno me ne regalava sempre un sacchettino quando andavo a trovarlo e comunque non sono mai mancati in casa mia, troppo buoni! :D Bravissima come sempre, un abbraccio forte e guarisci presto! :** <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene Vale ad evitare le medicine! comunque che bel ricordo che hai del nonno!! :) ti ringrazio, spero di guarire presto e mi auguro che neanche tu ti ammali! fammi avere il tuo giudizio critico se li provi allora!!
      Un bacione grande <3

      Elimina
  3. Mi dispiace per la tua salute, in qusto periodo purtroppo è facile raffreddarsi. I tarallucci mi fanno impazzire, uno tira l'altro e sai con le erbe aromatiche è propria un'ottima idea. Grazie e buona serata

    Ti seguo su bloglovin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovanna, ti ringrazio, hai proprio ragione!!
      A presto

      Elimina
  4. Io di questi tarallucci potrei mangiarne un numero infinito... ricetta da sperimentare al più presto..
    Un caro abbraccio...
    dolcissimamenthe.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. Certo che è veramente strano, alle volte ci esponiamo alle peggiori condizioni climatiche e non succede niente, altre basta un niente e cadiamo malati. Non so se è solo l'effetto dell'influenza, ma questo finale mi piace decisamente molto. Vedrai che ti rimetti presto.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabio ti ringrazio! infatti non c'è nessun motivo palese che mi ha costretto a letto...e vabbè :)

      Elimina
  6. È la ricetta perfetta per il nostro parlamento. Finiscono sempre a tarallucci e vino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah devo ammettere che l'ho pensato anche io quando scrivevo il post!! :)

      Elimina
  7. e per fortuna sei influenzata,altrimenti cosa ci facevi??
    io ero messa come te la settimana scorsa,a forza di respirare solo con la bocca mi era venuto pure il mal di gola!..ma i tarallucci e vino curano tutto!
    bacioni
    simona

    RispondiElimina
  8. Tarallucci, vino, pois, pattern... ahaah... iniziato bene l'autunno! :D
    Un abbraccio, guarisci presto! E' quasi tempo di pic nic... ;-)

    RispondiElimina
  9. Buoni!!!! In bocca al lupo per questa influenza!

    RispondiElimina
  10. che belli questi tarallucci!!! nulla da invidiare a quelli del panificio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bel complimento! si in realtà la ricetta è davvero buona :)

      Elimina
  11. Tesoro riprenditi presto da questa influenza, in bocca al lupo per i tuoi progetti e tanti complimenti per questi tarallucci appetitosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, grazie mille! già sto un po' meglio :)

      Elimina
  12. Che meraviglia tarallucci e vino!
    E non smetter di sognare, mai giammai, anzi guai a te!
    Che i sogni sono quelli che ci portano lontano e i desideri del cuore quelli che guidano le nostre vite!
    Ti voglio bene cucciola e sono certa che ti riprenderai prestissimo! Un abbraccio stritoloso dolce Marti.. ^_^ Any

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle parole Any! <3 ti voglio bene anche io, un abbraccio forte forte :)

      Elimina
  13. Tata, guarisci!! Qui fa freschetto mattina e sera, sui 10 gradi... bisogna proprio fare attenzione, l'influenza e' dietro l'angolo! Intanto gustiamoci questi taralli alle erbe aromatiche, che mi sembrano perfetti per questo inizio d'autunno! Smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza che freschetto! mi piacerebbe essere li :)
      Un bacione e grazie cara

      Elimina
  14. Che aspetto meraviglioso che hanno questi taralli! Complimenti! Ben fatto comunque! Spero che tutto sia passato e che il vino ti abbia fatto passare il raffreddore ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh si è (quasi) passato tutto! sarà merito del vino? :D

      Elimina
  15. Che aspetto meraviglioso che hanno questi taralli! Complimenti! Ben fatto comunque! Spero che tutto sia passato e che il vino ti abbia fatto passare il raffreddore ;)

    RispondiElimina
  16. caspita, spero tu stia meglio!!!! però è finita davvero benissimo, vorrei provare anche io i tarallucci, questa cosa di bollirli mi incuriosisce moltissimo!!! sono uno spettacolo!! un bacio buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Tiziana! fammi sapere se li provi :)

      Elimina
  17. Hai fatto benissimo!! pasticciare in cucina e' una medicina molto piu' efficace di quelle "comuni". E poi vuoi mettere la soddisfazioni di sgranocchiarsi due tarallucci :)

    RispondiElimina
  18. io assaggio un taralluccio ma tu rimettiti presto che i sogni non aspettano....

    RispondiElimina
  19. la prima volta che ho preparato i tarallucci non potevo crederci! erano come quelli che si comprano! mi piace anche la tua ricetta, molto invitante anche il fatto di avere usato delle erbe per insaporire l'impasto!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti, danno molte soddisfazioni :)

      Elimina
  20. Marty spero che vada meglio un bacino e complimenti per questi tarallucci super invitati e gustosi, sei proprio brava e vedrai che presto i tuoi sogni si realizzeranno.
    Un bacio grande
    Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enrica cara, ti ringrazio per tutti i complimenti che mi fai!
      Tanti bacioni e a presto :)

      Elimina
  21. bene bene allora è finito tutto a tarallucci e vino? E che tarallucci! Molto molto invitanti!

    RispondiElimina
  22. Dopo questo bell'aperitivo ti sarai sentita sicuramente meglio..alla facci-a-ccia della divina provvidenza :-P
    la zia Consu

    RispondiElimina
  23. Secondo me "ci sta" sempre!!!
    In bocca al lupo per gli impegni, progetti, sogni...
    Baci,
    Cri

    RispondiElimina
  24. Fantastici!! Mi piacciono un sacco!! Brava! Segno e replicherò prestissimo!! Buon fine settimana! Bea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :D attendo un tuo responso!!

      Elimina
  25. Martina spero tu stia meglio... Un bacione e che spettacolo questi tarallucci!
    Un bacione, Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela ti ringrazio, si si va molto meglio per fortuna!

      Elimina
  26. Ottimi, complimenti! Buona guarigione, ciao ciao! :)

    RispondiElimina
  27. Fatti anch'io domenica, in versione dolce... anch'io riflettendo sul futuro, sul passato e su come organizzare la mia caotica vita e rimettere in sesto una salute traballante... speriamo siano terapeutici!

    RispondiElimina
  28. Sembrano deliziosi e soprattutto preparati con prodotti tipicamente italiani e quindi di qualità. A chi fosse interessato a scoprire come la cucina italiana può risollevare l’economia del Paese segnalo l’evento “Italia’s food talent”, il prossimo 8 novembre a Montecatini Terme. http://www.bigandsmall.it/bigsmall-al-festival-del-libro-e-della-cultura-gastronomica/

    RispondiElimina
  29. Spero tu ora stia meglio...io giù per il lavoro per imminente trasloco! Consoliamoci con questi taralli che adoro...pericolosissimi perché se ne assaggi uno sei finito! Li ho fatti un paio di volte ma senza mettere le erbe! Da rifare con la tua ricetta!!!

    Ciao e buona domenica
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, per fortuna si ti ringrazio! ci credo, che faticaccia il trasloco! spero ti sei già consolata o lo farai presto :)
      Un bacione

      Elimina