13.6.12

Hello goodbye!

Giorno di arrivi e partenze...


...e una torta che fa ricordare eventi di vita quotidiana, da oggi rivissuti.
Un ritorno al passato...dal presente insomma!
No, non miei ricordi. E no, non me sono andata in vacanza o in qualche isola sperduta come nell'altro post! :)
Già, purtroppo sono ancora sul divano a sognare quale sarà il prossimo viaggio.
C'è una frase però che ho letto un po' di tempo fa che rispecchia in pieno la mia idea.
"Viaggiare è l'unica cosa che compri, che ti fa diventare più ricco"
Siete d'accordo?
Ritornando ai ricordi, vaghi, un po' confusi e forse a tratti anche dolorosi, c'è anche il suo mattutino risolatte alla cannella, al quale si ispira questo dolce.
Ed un motivo c'è sempre :)
Volentieri vi lascio questa torta, creata un po' così...seguendo il profumo della cannella che mi ha ispirato.
Non me ne vogliate, non voglio fare la misteriosa! Vorrei solo trovare il mio momento per raccontarvi per bene e scrivere come piace a me!
Quindi, spero di ritrovarvi anche alla prossima ricetta con nuovi racconti...
da assaporare e sorridere :)
Torta di riso e mele




Ingredienti:

200 g di riso (Acquerello)
700 ml di latte
3 mele grandi
3 uova
150 g di zucchero
80 g di burro morbido (più qualche fiocchetto)
100 g di farina 00
cannella in polvere
succo di mezzo limone
1 bustina di lievito
sale




Mettete in un pentolino a scaldare il latte e aggiungete il riso e la cannella, lasciate cuocere finchè non è cotto e fino a quando il latte sarà assorbito del tutto. Lasciate raffreddare.
Lavate, sbucciate e tagliate a spicchi le mele irrorandole con il succo del limone per non farle annerire.
A parte separate i tuorli e mescolateli con una frusta elettrica allo zucchero, all'aroma di limone (va benissimo anche la buccia di un limone), ed al burro. Infine aggiungete il riso e la farina setacciata con il lievito.
A parte montiamo a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale e gli andremo poi ad unire delicatamente al composto.


Imburrate e infarinate una teglia di 22 cm di diametro e versate una parte dell'impasto, inserite alcuni spicchi di mela e continuate con il resto dell'impasto.
Completate con gli spicchi di mela posizionati a raggiera, una spolverata di zucchero e cannella e qualche fiocchetto di burro.







Ogni tanto concediamolo un momento di relax...senza pensare a quello che bisogna fare, ai programmi della giornata, ai doveri, agli impegni, alla casa, agli altri e a ciò che potrebbero pensare...ma sediamoci con una tazza di tè, chiudendo gli occhi per un salto nei ricordi più belli, mordendo una fetta della vostra torta preferita.


Con affetto,






16 commenti:

  1. Ciao dolcissima Marti... quanto mi sei mancata!!! Hai ragione ogni tanto ci si deve fermare per "assaporare la vita" senza pensieri... Sono d'accordo anche sulla citazione del viaggiare che mi sa come te adoro! Tante passioni che ci accomunano!
    Mi rubo una fettina di questa torta di mele una di quelle che amo alla follia, il profumo di cannella arriva fin qui... un bacio stellina e un abbraccio stretto stretto tutto per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara bellissima Any, hai ragione, ogni volta scopriamo tante passioni in comune! Che bello :) Te ne lascio volentieri anche due di fett(o)ine tutte per te!!
      Un bacione grande grande :)

      Elimina
  2. viaggiare mi ha fatto diventare ciò che sono...sicuramente d'accordo! un bacio

    RispondiElimina
  3. Quanto è vera quella frase! Io amo viaggiare (e dico viaggiare, non andare in vacanza che è diverso) e vorrei avere il tempo e la disponibilità economica per farlo più spesso... Trascorro ore a pianificare viaggi che non so neanche se riuscirò a fare, però è un ottimo surrogato visto che sono ferma da ottobre (ottobre, 8 mesi!!!). Io adoro anche la frase di Agata Christie "Viaggiare è il mio peccato". Ciao. Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa, a chi lo dici! penso che se un giorno potessi avere a mia disposizione tanti soldi li spenderei tutti in viaggi! E hai fatto bene a sottolineare la differenza con la vacanza! Sognare per fortuna non costa nulla :)
      Anche la frase che hai citato è molto bella! Grazie e a presto :)

      Elimina
  4. Anche secondo me quella frase è verissima... Penso che viaggiare sia una delle cose più belle della vita (insieme a cucinare, ma forse sono di parte:D).. Ti rubo una fettina di torta mentre vado a cercare qualche meta che mi piacerebbe visitare!
    Mannaggia a te che mi fai venire voglia di partire quando le mie ferie sono ancora moooolto lontane!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, allora mi sa siamo tutte e due di parte hiihihi quando hai scelto la meta avvisami che partiamo insieme :) un bacione

      Elimina
  5. Viaggiare arricchisce la nostra mente e apre i nostri orizzonti. In televisione sentivo che molte persone, per la crisi fanno molte rinunce, ma non quella del viaggio. Questo dolce è molto invitante, da provare sicuramente.Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Giovanna! E per fortuna ci sono anche i viaggi low cost che ci vengono incontro per le spese :) Se lo provi fammi sapere il tuo parere! a presto :)

      Elimina
  6. Vero, si paga per viaggiare ma ti arricchisce l'anima, la mente e il cuore.
    Torta strepitosa!

    RispondiElimina
  7. Martina sei il mio idolo! hai colpito nel segno! Scrivi molto bene e cucini da Dio, hai un nome bellissimo ( ti chiami come mia figlia...ma te lo avevo già detto) e sei molto creativa....ho detto tutto! A prestissimo e grazie per questo regalo!!!!!

    RispondiElimina
  8. Che belle foto Martina! Davvero complimenti per tutto! :)
    Un bacione e a prestissimo!

    RispondiElimina
  9. Fantastica! Mi piace!
    A settembre inoltrato, oppure se inspiegabilmente nevica e smette questo caldo allucinante, accendo il forno e la faccio.
    Baci.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  10. Complimenti per il blog (un nome bellissimo!) e... mi unisco al club di chi progetta tanti viaggi, anche quando non riesce a farli, perché credo che il mondo sia tutto da scoprire e da conoscere. A volte bisogna accontentarsi di viaggiare con la fantasia (e per questo ci sono i libri!), ma quando finalmente si riesce a partire... beh, è l'esperienza migliore della vita! Un abbraccio :)

    RispondiElimina