17.2.13

Il dolce della domenica


Qualche giorno fa mi è venuta la strabiliante idea di andare a fare una lunga passeggiata nella valle del mio comune.
In realtà, l'idea è quella di allenarsi il più possibile in vista di una vacanza "sprint"...ma vabbè...
Ho camminato quasi un ora e mezza nel nulla, ma allegramente, era tutta in discesa la strada e con la musica nelle orecchie... finchè mi ritrovo davanti un discount!
Non riesco proprio a resistere...devo assolutamente andare a fare un giro nei discount che mi capitano sottomano.



Non so voi, ma io in questi supermercati mi ci trovo abbastanza bene, soprattutto per alcuni tipi di prodotti. Riesco a trovare diversi prodotti polacchi, tedeschi di marca a prezzi ottimi.
Fatto  sta sono riuscita a trovare un corteggiatissimo yogurt ai lamponi (che aveva davvero il gusto di lamponi!)
Ho trovato la farina 0 (che non trovo negli altri)
Ho trovato la farina di semola
Ho trovato una deliziosa piantina di primule
Ho trovato dei formaggi tedeschi assaggiati in Germania
...
Ho trovato altre cose, ma sono riuscita a contenermi (pensavo di essere riuscita a contenermi)
Perchè solo dopo aver pagato alla cassa mi sono resa conto che sarei dovuta tornare a casa, su una strada in salita, trascinando la spesa (ma in fondo davanti al supermercato ancora non me ne ero ben resa conto)
Lì davanti c'era un bel prato, così curato e pieno di margheritine, di quelle con le sfumature rosee.
In realtà, non riesco a contenermi. Non ho il senso della misura.

Sono tornata a casa con 4 kg di farina sul braccio, 1 kg e mezzo di yogurt al lampone e formaggi tedeschi nella busta che allegramente dondolava sul mio polso rosso peperone, le margheritine in mano (non potevo rischiare che soffocassero in tasca)  e quel vasetto di bellissime primule gialle.
Camminavo Arrancavo in salita, sudando sette camice e con tiziano ferro nelle orecchie.
Oggi sul mio corpo porto ancora a le conseguenze di quella passeggiata.
Di quel yogurt al lampone (oltre a berne 500 g di prodotto in mezzo pomeriggio) come potevo non farci un dolce?
Ho aggiunto due cucchiai di yogurt, e la torta ha sprigionato un profumo irresistibile.
Il dolce della domenica non manca mai a casa.
Sono sempre torte semplicissime, soffici e senza nessun aroma particolare, perchè a casa piace così.
E io, anche se non condivido in pieno, mi adeguo volentieri, lo faccio con il cuore :)
Questa tortina mi è sembrato un giusto compromesso tra la delicatezza della torta (preferita a casa) e la mia ingordigia per i dolci ;)
L'aggiunta dei semi di papavero ne dona quel tocco in più.
Noi siamo solo in tre ecco perchè la torta è così piccina, poco male.
Tagliata la prima, la seconda, la terza fetta, sono rimaste solo le briciole.
Tocca infornarne un' altra!


Torta al profumo di lamponi e semi di papavero 






Ingredienti (per una tortiera di 19cm di diametro)

70 g di farina 00
65 g di burro morbido
65 g di zucchero semolato (Italia Zuccheri)
2 uova piccoline
2 cucchiai di yogurt al lamponi (o al gusto che preferite)
1 cucchiaio di fecola di patate
2 cucchiaini di lievito vanigliato per dolci
semi di papavero










Preriscaldate il forno a 180°.

Con le fruste elettriche montate il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro. Aggiungete un uovo alla volta, lo yogurt, la farina setacciata con la fecola e il lievito e infine i semini.                                                                 
Foderate una teglia da torte con della carta forno e versate l'impasto.                                                                       
Cuocete in forno per 40 minuti o fino a che la torta sarà dorata.                                                                                 Fate la prova stecchino.
.






Se volete provare altre ricette con i semi di papavero, date un occhiata qui.
Perfetta per colazione, per  merenda o per quando avete fame  :)

Buon inizio settimana,



29 commenti:

  1. Adoro anche io le torte semplici, la domenica e non solo. ' da tempo che ho intenzione di comprare dei semi di papavero per metterli in un dolcino. Li trovo così eleganti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido in pieno il tuo pensiero Paola :)

      Elimina
  2. con tutta quella roba, mia cara, oltre a camminare fai anche i pesi!
    beate te che ne hai voglia...io sono una pigra da matti!
    però che bella tortina ne è uscita fuori...forse la camminata ti ha davvero ispirato...mi piace, romantica e golosa!
    un bacio e felice domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe diciamo che alla fine sono stata quasi costretta :)
      ti ringrazio, un bacio anche a te

      Elimina
  3. è morbida, semplice, così primaverile con quel tocco di semi di papavero!!! mi strapiace! è una di quelle torte che sono sempre buonissime!!! buona domenica, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, e se arrivano al giorno dopo rimangono ancora morbide :)

      Elimina
  4. meraviglia...dessert anche da me...baci ady
    Look and the City

    RispondiElimina
  5. davvero una tortina gustosissima, poi i semi di papavero le danno quel tocco in più.
    ciao

    RispondiElimina
  6. deliziosa... e poi mi hai fatto ridere perchè mi ricordi qualcuno che arranca in salita come te, carica dello shopping intrasportabile e che conosco molto bene ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahhah allora ci siamo capite alla grande ;)

      Elimina
  7. Hai ragione, in quei supermercati si trovano cose buone non reperibili altrove! Anche io quando mi trovo ci vado apposta a comprare alcuni prodotti :D
    Questa torta deve essere molto buona, ho ricopiato la ricetta!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe Dani mi fa piacere allora di condividere con voi questa cosa :)
      Fammi sapere quando la fai, si è davvero morbida e gustosa :)
      un abbraccio cara

      Elimina
  8. ...ti immagino con il saccone della spessa appeso al braccio...almeno ne è valsa la pena...cri

    RispondiElimina
  9. immagino la sofficità e la bontà di questa torta...le immagini parlano sa sole!
    E' meravigliosa.........

    RispondiElimina
  10. Ciao questa torta ha un aspetto davvero delizioso, complimenti e un abbraccio
    paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Paola.
      Un abbraccio forte anche a te!

      Elimina
  11. Buonissima questa torta! E poi come resistere davanti al discount? Io mi sarei portata a casa anche il carrello però, troppo pigra!!!

    RispondiElimina
  12. Io vado spesso ai discount proprio perchè trovo cose che nei super non trovo mai...soprattutto i formaggi nordici che io adoro alla follia. E anche gli yogurt secondo me sono ottimi. Hai fatto una bella fatica ma questa torta deve averti ripagato di tutti gli sforzi. Ha un aspetto deliziosamente soffice. Fa tanto casa, colazione con le persone care

    RispondiElimina
  13. Wow ma io lo vorrei per colazione questo dolce!!! Chissà che buono!!! Bravissima :-) Ah e già che ci sono ti ricordo il nostro giveaway; se ti va di partecipare ne saremmo felicissimi :-) Bacioni!!

    RispondiElimina
  14. Alcuni discount hanno dei prodotti introvabili! La ricetta mi sembra davvero ottima:-)

    RispondiElimina
  15. io amo solo i dolci semplici, quelli più complessi non mi sogno di farli farei sicuramente delle ciofeche e se mi capita ne mangio giusto un assaggio, faccio sempre torte di piccolo diametro così vanno finite in un paio di giorni e non mi sorbolo per una settimana la stessa torta.
    Oltre che buona la tua nella prima foto è carinissima, ciao ^__^

    RispondiElimina
  16. ciao, ti ho lasciato un pensierino nel mio blog... non importa se non vuoi donarlo a tua volta.. è solo un modo per ringraziarti per tutte le ricette che condividi con noi ..
    Sara
    http://dolcizie.blogspot.it/2013/02/3-premi-e-qualcosa-di-me.html

    RispondiElimina