17.7.13

Composizione




Leggerezza, questa secondo me è la chiave della musica di Ludovico Einaudi.
Uno dei maestri compositori e pianisti più famosi del nostro tempo.
Sono sempre cresciuta con la musica nelle orecchie, rilassandomi o ballando sopra le melodie allegre che suonava la mamma con la fisarmonica.

Apprezzo qualsiasi tipo di musica, dalla classica al rock più sfrenato...non ho preferenze; qualsiasi brano è magia, creata da quelle sette note...
Così, appena ho letto di questo contest e della possibilità di ascoltare Ludovico Einaudi dal vivo,mi sono messa subito a (ri)ascoltare la sua musica e cercare di trarre ispirazione culinaria.
Ho ascoltato, riascoltato, e ancora ancora, senza fine.
La sua musica è così soave che non premeresti mai il tasto stop, di conseguenza ho pensato a lui per il mio piatto.
Il tema della leggerezza, mista ad un pizzico di tristezza, ritornava sempre.

Dal brano The Snow Prelude No.2 si sono create le crepes, leggere come la neve, grazie allo yogurt, che a malapena si sfiorano con una mousse di pollo e sedano rapa sofficissima, come delle Nuvole bianche si compongono per concludere con una delle sue composizioni più famose Divenire, dove la musica diventa più altalenante, ma non troppo, come l'aggiunta dei semi di sesamo per contrastare il dolce del sedano rapa.
Ecco la mia composizione:


 Millefoglie di crepes di avena e yogurt e mousse di 




Per le crepes (una decina ma piccoline)
75 g di farina 00
40g di crusca di avena
1 uovo
125ml di yogurt magro 0,1%
1 cucchiaio di acqua
sale qb
burro di cacao per la padella

Per la mousse con simil maionese di sedano rapa:
250g di petto di pollo
200g di sedano rapa sbucciato
1 tuorlo
1 lime
1 foglia di lattuga
capperi
sale e olio evo qb
erba cipollina
semi di senape
foglie di basilico qb


Lessate il pollo in acqua salata. Togliete i petti una volta cotti e lasciate raffreddare, conservando uno o due cucchiai di brodo. Irrorate il pollo di succo di lime e qualche fogliolina di basilico. Lasciatelo marinare per un oretta o più.
Intanto preparate la maionese. Sbucciate il sedano rapa e tagliatelo a pezzettoni, mettetelo nel mixer con lame forti (il mio è anche tritaghiaccio) e iniziate a tritare, aggiungete il tuorlo, il sale, qualche goccia di limone e infine l'olio a filo, ne basta poco, per una consistenza compatta. Aggiungete infine i semi di senape e mixate ancora una volta. Lasciate riposare in frigorifero.
Fate la pastella per le crepes sbattendo con una forchetta l'uovo, il sale, la farina, l'avena e aggiungendo man mano lo yogurt e infine l'acqua. Regolatevi bene per ottenere una pastella semi liquida.
Riscaldate con il burro di cacao (o un cucchiaino di burro) una padella antiaderente o una crepiera, se l'avete, mettete un cucchiaio di impasto e roteate la padella per ottenere delle crepes sottili; giratele dall'atra parte molto delicatamente, e continuate così fino alla fine dell'impasto.

Nel mixer mettete il pollo tagliato a pezzi, i capperi, l'insalata, la maionese precedentemente fatta, l'erba cipollina, uno o due cucchiai di brodo e tritate il tutto per ottenere una mousse compatta.

Disponete la millefoglie e servite con una spruzzata di crusca di avena.


Questo è uno di quei contest in cui posso dire mi è piaciuto davvero tanto partecipare, e anche se in calcio d'angolo non potevo lasciarmelo scappare :)





44 commenti:

  1. Questo post mi è piaciuto molto e l' idea del millefoglie di crêpes mi ha incantata!!!! Un bacio.
    Gabila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabila, ti ringrazio, mi fa davvero piacere!
      Un bacio anche a te

      Elimina
  2. Splendida la tua introduzione e che dire di questa leggera torretta??!! Splendida!
    Complimenti
    la zia Consu

    RispondiElimina
  3. ma che bello il tuo blog, non lo conoscevo!
    L'ho trovato tramite la pagina FB della Gatta col piatto che scotta.
    bella scoperta! ti seguirò, a presto.
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, mi fa davvero piacere! passo a trovarti presto :)

      Elimina
  4. Sorrido per il commento di Barbara di sopra... ;-)
    E per questo piatto che è davvero molto raffinato... elegante, etereo, invitante, fa un'ottima figura! E non ha le pesche, ahaha! :D Insolita unione e scelta di ingredienti, mi piace la (tua) fantasia... :-)
    E sulla leggerezza, beh... io vorrei avere ali come piume...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheh anche io ho sorriso :) ...a bocca aperta quando ho letto delle pesche ahahah :D

      Elimina
  5. Estasiata, incantata dalle tue parole... come te adoro la musica di ogni genere, spaziando dal rock alla classica, mi rivedo appieno nel tuo post, bravissima, e... sublime la tua composizione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erika, che bello, mi fa piacere ti sia così piaciuto il post! ti ringrazio cara, a prestissimo ;)

      Elimina
  6. Lo adoro! Come adoro queste tue torrette...deliziose!!

    RispondiElimina
  7. Tesoro ti sei lasciata ispirare proprio bene da quetsa musica meravigliosa ed hai creato una piccola meraviglia golosa e belissima!!Baci,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imma, mi fa piacere! si a fatica ma alla fine mi sono lasciata ispirare:) un bacione grande!

      Elimina
  8. Bravissima Martina, davvero complimenti! Questo piatto è pura armonia per gli occhi e immagino anche per il palato!

    RispondiElimina
  9. Mi è venuto appetito...sarà buon segno?
    Bellissimo e sicuramente ottimo primo, diverso dal solito direi!

    RispondiElimina
  10. Cara Martina, sono io la prima ad essere felice che tu abbia partecipato a questo Contest e soprattutto per aver presentato una ricetta che è un invito a levità, un po' come la musica di Einaudi, che ha la capacità di trasportarci in luoghi lontani e suggestivi.
    Mi piace moltissimo e soprattutto mi piace l'idea che questo piatto, che a prima vista sembra un delicatissimo dolce, sia in verità un piatto sapido e gustoso perfetto per la calda estate.
    In bocca al lupo e complimenti ancora. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, sono pienamente d'accordo con le tue parole, ti ringrazio per l'opportunità. Incrocio le dita, ma non ci spero così tanto, ho visto piatti meravigliosi in gara! :)

      Elimina
  11. Che bello, tua mamma sa suonare la fisarmonica? a me piace tantissimo il suono della fisarmonica.
    In effetti questa torretta da l'idea di leggerezza anche solo a guardare la foto. La ricetta è davvero molto originale ed elegante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenuccia si ha studiato al conservatorio! davvero? anche a me piace moltissimo come strumento e il suono che emana...Ti ringrazio per i complimenti, un bacione

      Elimina
  12. Questa millefoglie di crepes è proprio carina! :) bellissima!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  13. Martina sei veramente brava e questa composizione è fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu non sei da meno ;) ti ringrazio cara, un bacione

      Elimina
  14. La tua "composizione" in onore di Einaudi è come la sua musica...mi lascia a bocca aperta! Hai mai sentito "Run"? Io la amo alla follia...da commozione! Un bacione
    Berry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te ora, la sto amando anche io!
      Un bacione grande Berry :)

      Elimina
  15. Carissima Martina,
    complimenti perchè sei molto brava e per il tuo blog.
    Ti ho scoperta per caso e sono contenta.
    Volevo chiederti se non trovo il sedano rapa, anche perchè non l'ho mai mangiato quindi non so che sapore abbia, secondo te posso sostituirlo con altro, cosa?
    Complimenti ancora Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anna, ti ringrazio per i complimenti, mi fanno davvero molto piacere! Per quanto riguarda il sedano rapa, puoi ometterlo e creare una semplice mousse di pollo bollito aggiungendo qualsiasi cosa sia di tuo gradimento, ad esempio cipollotti, capperi, insalata, carote, peperoni, un finocchio, il sedano classico, qualche pezzetto di prosciutto....insomma puoi sbizzarrirti :)
      Ti ringrazio ancora,a presto!

      Elimina
    2. ...ma se ti capita di trovare il sedano rapa, provalo! ha un gusto davvero particolare e delicato!

      Elimina
  16. che bella composizione! complimenti per le parole e la descrizion
    e del post! a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annalisa, ti ringrazio davvero! A presto

      Elimina
  17. Che eleganza Martina...Complimenti!

    RispondiElimina
  18. ma che bella composizione!
    complimentissimi! riesci a trasformare un piatto semplice in qualcosa di speciale!
    buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, sei gentilissima!
      Buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  19. Scusa Martina ma forse mi sono persa come usi il sedano rapa per la mousse... La trovo fantastica questa ricetta: -) Buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho mixato per primo insieme al tuorlo, il limone, l'olio e il sale per preparare una simil maionese. Nella ricetta ci sono tutti i passaggi.
      ti ringrazio, un bacione :)

      Elimina
    2. Grazie!! Ho riletto meglio sopra, un bacione!

      Elimina
    3. Di nulla! grazie a te per l'interessamento :)

      Elimina
  20. Adoro ludovico einaudi, sono stata ad un suo concerto a milano questo inverno...sublime! E molto elegante é anche la tua composizione!

    RispondiElimina