24.1.14

{Bollicine!} atto VI: 1 rosso porpora 2 ricette



I colori sono pieni di sfumature.
Quelle più famose sono le 50 sfumature di grigio, ma anche il rosso non scherza mica.
Troviamo tante gradazioni di rosso: amaranto, bordeaux, borgogna, castagno, ciliegia, granata, magenta, melograno, lampone (!!), cardinale, mattone, veneziano, ruggine, sangria, terra cotta, vermiglione, rosso porpora...
Come non amare questo colore? Il colore vivo dei pomodorini, delle fragole mature, delle ciliegie succose, dei lamponi felpati, dei peperoni e del peperoncino che esprime la sua personalità...
Non tutti possono permettersi di portare il "rosso". Ma per i privilegiati, ne esalta l'estetica.
Provate a paragonare il colore di un fagiolo con quello di un ribes?
Io da piccola conoscevo solo il rosso magenta. Facevo gran uso dei colori "Giotto" e il mio grembiulino aveva sempre qualche macchiolina color magenta. Piccoli segni, che mi contraddistinguevano dalla massa. Ne andavo fiera.
I colori sono una cosa importante.
La vista è un senso importante.
Soprattutto a tavola, soprattutto per una foodblogger.

Vogliamo parlare di quanto sia difficile fotografare una salsa ai funghi? oppure un passato di legumi? o semplicemente il famosissimo minestrone della mia mamma (ottimo per giunta) ma da colori non ben definiti...?
La voglia di assaggiarlo passa in fretta. Ora, il minestrone di mamma lo conosciamo tutti bene, quindi il cucchiaio lo affondiamo senza più guardare nel piatto (non è così educato rimanere a fissare il piatto con la testa leggermente inclinata sulla sinistra), ma quando un piatto è nuovo, beh lì la cosa si complica.
Fotografare un vegetale, come la barbabietola, con un colore così acceso e caratteristico è un piacere per gli occhi.
I colori sono pieni di sfumature, e ognuno svela una qualità.
Ma oggi è il giorno del rosso. Rosso porpora, quello che colora le dita.
La barbabietola è la nostra protagonista.
Una proposta (perchiamasoprattuttomangiaredurantegliaperitivi) per accompagnare le bollicine di questi venerdì.


Crocchette di barbabietole


Ingredienti (per una teglia):
3 barbabietole già cotte
2 tuotli d'uovo
pan grattato (in casa)
formaggio grattuggiato (Gran Moravia)
1/2 porro
sale


Tagliate a rondelle il porro (io ho utilizzato l'affetta verdure della linea desire di Russell Hobbs, pratico, preciso e veloce) e fate a pezzetti le barbabietole. Metteteli insieme in una padella antiaderente per qualche minuto. Lasciatele raffreddare e passatele al mixer per ridurle in purea. Salate e aggiungete i tuorli, uno alla volta. Mettete il composto in una ciotola e iniziatelo a lavorare con le mani, aggiungendo prima una bella manciata di formaggio e poi il pan grattato. Il composto sarà compatto e appiccicoso.
Formate le crocchette e posizionatele su un piatto da forno.
Lasciate riposare in frigorifero per qualche ora.
Successivamente cuocetele in forno caldo a 200° per un quarto d'ora.


Intanto fate la salsa d'accompagnamento mescolando un formaggio cremoso con l'altra metà del porro e una mela verde. Le quantità variano in base ai gusti.

{Note}

  • nell'impasto, per rendere le crocchette più gustose potete aggiungere delle patate lesse o perchè no della carne macinata.




Cocktail di mirtilli selvatici e barbabietole


Ingredienti:
1 barbabietola cotta
125ml di succo di mirtilli selvatici (Zuegg)
1 mela
1 cucchiaio di miele (se necessario)
acqua frizzante qb

Centrifugate la barbabietola e la mela. Aggiungete il succo di mirtilli selvatici, un goccio di acqua per diluire il tutto e gustate un tripudio di benessere!



39 commenti:

  1. Queste crocchette sono assolutamente da fare...Sfiziosissime...e ho proprio delle barbabietole in frigo!!!

    RispondiElimina
  2. uno stuzzichino originalissimo! che belle foto! io ho una buonissima e semplice pasta con sugo che non posto perchè non riesco a fare foto decenti :-( ciauuuu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia! Aspetta il bel tempo e mettici tanto impegno, vedrai che riuscirai a fotografarla alla grande :)

      Elimina
  3. Ma è vero! Perchè non riesco a fare foto decenti dei salati? Tu invece ci riesci benissimo. Le foto di queste crocchette sono bellissime! Ho cominciato a seguirti da poco tempo. Complimenti per il blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Natascia, ti ringrazio e benvenuta :)

      Elimina
  4. Bellissime foto e stuzzichino perfetto!! drink favoloso!!! buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  5. Bello! rosso amaranto! il mio preferito!
    due fantastiche ricette da rifare subito! Grazie, prendo nota! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! :) il rosso è un colore speciale...

      Elimina
  6. Non c'è che dire è proprio un bel colore anch'io ho sempre amato tanto tutte le sfumature dal rosso all'amaranto....adesso si usa parecchio ma quando ero adolescente io no,bhè mi feci dipingere dai miei genitori il tetto della mia stanza di un amaranto acceso e la arredai con molti accessori in tinta,quindi ti capisco benissimo.Adorabili le tue bollicine ^.^
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe mi piacciono le camere con i colori accesi, mi piace il rosso, penso che mi sarei trovata bene nel tuo spazio :)

      Elimina
  7. Questo e' uno dei miei colori preferiti! Mi mette serenita'. Come le tue preparazioni, divine. Bravissma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erika, sei sempre cara, grazie! :)

      Elimina
  8. Il colore delle polpettine è molto bello, così come il colore del bicchiere di centrifugato: mi hai messo una gran voglia di assaggiarli!
    Martina , tu riesci sempre a rendere appetibile ciò che fotografi, aspetto il minestrone delle mamma :)
    Bacioni :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra, hanno un gusto tutto particolare entrambi! Ovviamente sanno molto di barbabietole :) hehe forse prima o poi arriverà anche il minestrone di mamma :D

      Elimina
  9. Complimenti Martina... Questo è un colore davvero meraviglioso e tu lo hai esaltato al meglio! :)
    Buon sabato :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gloria, mi fa davvero piacere! Grazie mille e buona domenica :)

      Elimina
  10. Meraviglioso questo post.....rosso è passione come le tue fotografie e le tue ricette...passione viva e pura. Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosso è passione, è amore, è vita...:)

      Elimina
  11. Concordiamo, i colori e l'estetica in cucina sono essenziali. Il rosso poi è forse il re dei colori in cucina, sempre perfetto qualsiasi sia il suo impiego e tu sei riuscita ad esaltare alla perfezione queste se caratteristiche. E poi la ricetta deve essere ottima, adoriamo la barbabietola in ogni suo impiego :-) complimenti e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze! Noto con piacere che anche a voi piace questo colore, è difficile non amarlo :)

      Elimina
  12. Sei riuscita a catturare la luce che si riflette sul bicchiere, ne sono rimasta incantata..il tuo blog trabocca di colore, profumi e joi de vivre, complimenti!
    Fabrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabrizia, le tue parole mi emozionano...grazie di cuore!

      Elimina
  13. Dai, bellissime quelle crocchette! credo proprio che virerò sulle patate per dare compattezza e legare in sostituzione delle uova ;) e anche la ecntrifuga dev'essere super, purtroppo però quella la devo rimandare (a tempi spero brevi!) che ancora, quella, mi manca :(
    (verissimo, comunque, certi ingredienti si fanno fotografare che è una bellezza, la foto la fanno praticamente loro, quando si han davanti quei piatti grigi o beigiolini..la cosa si complica parecchio! :D)
    ciao Martina, buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me vengono buonissime con l'aggiunta delle patate! (io non le avevo a disposizione!) Grazie mille e a presto...sarò curiosa di vedere le tue crocchette :D

      Elimina
  14. Hai ragione! La barbabietola ha un colore fantastico.
    Eppure è una verdura che i più detestano. Io ci ho fatto una torta ieri, dal colore fantastico e dall'aspetto quasi magico.
    Un abbraccio,
    Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leo, non vedo l'ora di vedere la tua torta! :)

      Elimina
  15. Quanto è vero tutto ciò che hai detto! Eh, il rosso buca decisamente lo schermo, ma c'è da dire che le tue fotografie bucano SEMPRE lo schermo :) Questo è un aperitivo davvero bellissimo e super vitaminico! Tutto splendido :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quanto sei carina, grazie mille! :) :) un bacione grande!

      Elimina
  16. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia Martina... che colori e che profumi!!!
    Tutto bello da te!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy! Un abbraccione forte forte <3

      Elimina
  18. bravissimaaa non so dire altro...baci

    RispondiElimina
  19. Il rosso è il mio colore preferito, non parliamo di foto! Tu sei un'artista , io mi sto avvicinando alla fotografia e tu sei il mio mito. Quando fotografo le mie ricette impiego sempre molto tempo per trovare l'angolazione e la giusta luminosità affinché tutto sia perfetto. Tu Martina sei stupenda ed i tuoi piatti favolosi. brava anche questa volta, bacioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania, io non sono un artista, sono solo un appassionata di fotografia :) Ti ringrazio davvero per le tue parole, le apprezzo tanto e mi danno la forza di fare sempre del mio meglio. Un abbraccio

      Elimina