11.2.14

Mutando riposa






























Le linee si mescolano, si fondono, si intrecciano.
Creano forme e corone sinuose.
Così, le linee della mia vita, spezzate, si uniscono e si spezzano ancora.
Creano percorsi nuovi e formano curve.
Come la luna, tonda e perfetta, le linee prendono una forma circolare.
Il cerchio che si chiude, per poi riaprirsi ancora.

Tutto ha una forma, tutto ruota, tutto scorre.
Il divenire...
Mentre riposi, cresci.
Mentre riposi, avvolto al caldo, ti trasformi.
Cresci ancora e assumi la tua forma.
Divieni.
Le linee si mescolano, si fondono e si intrecciano.
Si colorano di blu, con sfumature violacee.
Ma il rosso c'è sempre, sono le sfumature che cambiano.
Le linee creano percorsi nuovi e formano curve.
Le rincorri. E poi corri con loro.
Per ora il cerchio si chiude, ma la curiosità prenderà il sopravvento.

Brioche allo yogurt con la marmellata









Ingredienti:
1 bicchiere e mezzo (o 160g )di farina 0 (più quella per la lavorazione)
1/4 di (o 40g più o meno) di vasetto di yogurt bianco
1 uovo
2 cucchiai di zucchero semolato
30g di burro
1 bustina di lievito di birra secco
3/4 di marmellata di more (Zuegg)
fior di sale


Sciogliete il burro e lasciatelo raffreddare.
Mescolate il lievito con le farine setacciate (o scioglietelo nell'acqua se utilizzate quello fresco), aggiungete lo zucchero, l'uovo, lo yogurt, il burro tiepido e un pizzico di fior di sale. Iniziate a mescolare prima con una spatola, poi con le mani, impastando bene gli ingredienti per almeno dieci minuti fino a formare un impasto liscio e ben lavorato (se necessario aggiungete qualche goccio di acqua calda).
Lasciate lievitare per almeno un ora e mezzo, coperto, in un luogo caldo.
Riprendete l'impasto e sbattetelo con forza, lavorandolo per qualche altro minuto.
Stendetelo con l'aiuto di un mattarello, per formare un quadrato dello spessore di 4 mm.
Ricoprite l'impasto con la marmellata, spalmandola per bene e arrotolatelo su se stesso.
Togliete l'eccesso della marmellata aiutandovi con un cucchiaino.
Tagliate il salsicciotto in due con un coltello affilato. Otterrete due cordoni; intrecciateli delicatamente e chiudeteli formando una corona. Posizionatela in una teglia per ciambelle rivestita di carta forno e lasciatela lievitare in un luogo caldo per un altra ora.
Accendete il forno a 190°. Cuocete il tutto per una trentina di minuti.


La ricetta è tratta da un blog polacco, mentre la forma della brioche è stata tratta dal famosissimo Estonian Kringle.




Vi aspetto qui venerdì, con qualche novità e con la raccolta di Bollicine, pronta da sfogliare! :)



66 commenti:

  1. Adoro questo lievitato e per la verità è l'unico che io abbia mai provato....devo dire che è delizioso e mi ha dato soddisfazione,bravissima il tuo mi piace anche di più!
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ketty ti ringrazio! Anche a me ha dato soddisfazione, la sua forma, tutti gli strati che si intrecciano...un bell'effetto!

      Elimina
  2. e'spettacolare questa brioches, caramelleta in superfice e morbidosa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo yogurt sostituisce al meglio il liquido :)

      Elimina
  3. Le linee di marmellata che segnano la tua brioche e si rincorrono mi fanno venire voglia di fare colazione :-) Adoro l'effetto di questa brioche.. La ricetta mi piace molto, la metto tra quelle da provare! Brava! :*
    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace far colazione e mi piace pensare alla colazione in altri momenti della giornata :D Provala, io sarò qui curiosa del tuo parere :*

      Elimina
    2. A chi lo dici, la colazione è il mio pasto preferito! La proverò e ti saprò dire :-)

      Elimina
  4. Martina è meravigliosa questa brioche!!!!! adattissima per la colazione ma la mangerei anche ora!!!:)
    Un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh io la sto mangiando proprio ora, come dolcetto del dopo cena ;)

      Elimina
  5. Ma gnam! Non so se mi piace di più la brioche o la poesia, che condivido tantissimo.. adoro il divenire di tutte le cose, è uno spettacolo, quello della natura!
    Bè la brioche.. diciamo che questo genere di lievitati è nella top 3 delle cose che amo preparare!
    Un bacio cara:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ho fatto centro con entrambe! Mi fa davvero tanto piacere :)

      Elimina
  6. Che meraviglia Martina! che meraviglia il post e che meraviglia questa brioche. Insomma tutto meraviglioso!!!
    che dici, me ne sono guadagnata una fetta? ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenuccia, tu sei meravigliosa! Te ne sei guadagnata due di fette, e se vuoi le altre, io sono qui che ti aspetto :D

      Elimina
  7. Tesoro è meravigliosa..riempie gli occhi e le papille gustative non aspettano altro che poterne gioire!
    Complimenti e le tue foto sono sempre super ^_*
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zia Consu, grazie mille sei sempre così carina come me :*

      Elimina
  8. La voglio! Accidenti che spettacolo questa brioches alla marmellata! splendida realizzata nello stampo a ciambella e tutta arrotolata!
    perfetta domani da accompagnare alla nostra tazzona di latte bollente ;)
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accompagnata ad una bella tazzona di latte è davvero perfetta ;)

      Elimina
  9. Questa brioche è meravigliosa!!! Passo domani per la colazione!!! ;9
    Baci:)

    RispondiElimina
  10. Ciao Martina cara questa brioche è decisamente strepitosa ed accompagnata da parole richhe di significati e pensavo visto che ieri è partito il mio primo contest "I dolci del cuore"ti andrebbe di partetcipare con questa bellissima brioche?Ti aspetto mi raccomando,bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imma, ma certo che mi va di partecipare! In questi giorni vengo subito a curiosare...;)

      Elimina
  11. bellissimo davvero.c'è davvero un richiamo a queste linee che si intrecciano e si mescolano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucy, sono contenta che ti sia piaciuto!

      Elimina
  12. Certo che iniziare la giornata con una brioche cosi... è veramente un buongiorno!!!
    Meravigliosa Martina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La colazione è il pasto più importante :)

      Elimina
  13. Bellissima davvero questa brioche, ma il mio dubio e', volendola provare, il bicchiere che si usa per misurare farina e ril resto quanto grande???? quanta farina contiene ad esempio'??? 1/4 di yogurt e' sempre 1/4 del bicchiere!!!!sai non sono espertissima ma questa brioche mi piace troppo e non vorrei sbagliare con le quantità' degli ingredienti.Grazie se potrai rispondere ciao Laura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura! Allora, devi utilizzare lo stesso bicchiere con tutti gli ingredienti, così non sbagli, anzi è molto più semplice e veloce (non devi pesare nessun ingrediente :) Ad esempio, lo yogurt lo metti nello stesso bicchiere della farina e misuri 1/4 di yogurt, quindi metà della metà del bicchiere! Se hai altre domande sono qui!

      Elimina
  14. Che brioche fantastica! Di grande effetto sicuramente, per una colazione davvero speciale!

    RispondiElimina
  15. oggi ti sento filosofica con quel tocco di ottimismo dal tuo amato rosso.....che amo anche io grazie alle tue ricette, sempre super golose Marty!
    un abbraccio,
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, sì Eraclito mi è passato a trovare, forse era vestito di rosso :)
      un abbraccio forte!

      Elimina
  16. UHH BELLISSIMA...E IMMAGINO CHE BUONA! COMPLIMENTI...BACI

    RispondiElimina
  17. Questa brioche è davvero fantastica!
    Ho adottato da poco il lievito madre e credo proprio di provare la tua ricetta.
    Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lievito madre è un bell'impegno! Fammi sapere, magari aggiorno la ricetta anche con le dosi per chi ha LM :)
      Grazie!

      Elimina
  18. Che meraviglia!
    http://duecuoriinpadella.blogspot.it/

    RispondiElimina
  19. Già ne sento il delizioso profumino :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piacere passa anche per l'olfatto :-)

      Elimina
  20. Meravigliaaaaa!!! Ma secondo te i dolci fatti con il ldb non hanno un sapore un po' acidulo? Non so ma io tutte le volte che ho fatto lievitati dolci con il lievito di birra avevano un retrogusto poco...amabile...è sempre un gran peccato perché dopo tutta la fatica che si fa.... :/ illuminami tu Marti! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, io non l'ho mai sentito questo retrogusto che dici tu, che peccato! Forse può dipendere dal lievito usato (se mi scrivi in privato ti dico volentieri quello che utilizzo io)...lo aggiungi un cucchiaino di zucchero nell'acqua dove fai sciogliere il ldb fresco?

      Elimina
  21. Ottima briosche, variegata alla marmallata di more che adoro.

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro anche io le marmellate di frutti di bosco :)

      Elimina
  22. Martina quanta poesia in questo post e che bella la tua brioche dolce, un vero spettacolo per occhi e cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enrica, ti ringrazio sei sempre molto carina!

      Elimina
  23. Divenire, crescere, evolversi, imparare, capirsi... Quanta strada, una sfida continua, un viaggio stimolante... la curiosità (ci) osserva e guida e va sempre mantenuta perchè accende lampadine importanti... segui queste linee e segui quello che ami fare, andrai lontano! :-)
    Questa ciambella ha una forma che mi piace, tanti fogli e tante anime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La curiosa è la mia forza, lo sai bene...le tante anime sono dentro di me :)
      Francy, il tuo "andrai lontano" mi riempie di gioia...

      Elimina
  24. Bellissima la brioche, come mi piacerebbe averne una fetta per domattina!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bea, purtroppo è stata spazzolata via tutta ;)

      Elimina
  25. Mamma mia che bella cosa vedo i miei occhi a quest'ora!!!

    RispondiElimina
  26. Una meraviglia, anche la presentazione.
    Bravissima.

    Fabio

    RispondiElimina
  27. Ho letto molte volte le tue parole, sono davvero di una dolcezza e di una grazia infinita! Si può parlare di noi attraverso una ricetta? Beh tu ci sei riuscita e io mi sento un po' come la tua brioche adesso :) Tutto incantevole Martina, grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con le tue parole io mi sono sciolta come il miele...:)

      Elimina
  28. Bellissima! Voglio farla! Non ho capito però quanta farina va in tutto... Non può essere solo 1 bicchiere e mezzo, no?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Dana, è solo un bicchiere e mezzo di farina. Tieni sempre un po' di farina da parte. Devi prendere in considerazione, che la quantità di farina per i lievitati varia in base al tipo di farina utilizzata. Se l'impasto sarà troppo morbido aggiungine poco alla volta mentre lo lavori. Per qualsiasi dubbio sono qui.

      Elimina
  29. Ho provato a farla stasera, non é lievitata :( peccato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace Cristina! :( Hai capito il motivo? Per fare un lievitato bisogna prendersi tutto il tempo che serve, anzi ti consiglio di lasciarlo riposare un po' in più, è sempre meglio che avere troppa fretta di infornarlo! Cerca di aggiungere la giusta quantità di farina, e formare un impasto omogeneo e ben lavorato...io l'ho rifatta a colazione ed è venuta bene, quindi spero che non ti abbatterai per questo piccolo fallimento!

      Elimina
  30. Martina grazie della favolosa ricetta, la provo questa settimana!
    posso chiederti un favore? ho uno stampo da torte diametro 20 cm ma non riesco a trovare ricette (di dolci semplici tipo crostata, torta di mele, al cioccolato) con le giuste dosi per questa grandezza..mi dai una mano? grazie Anna Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Linda! Hai ragione ricette per teglie di 20 cm sono difficili da trovare!
      Io ho una teglia quadrata da 20cm e una tonda sempre da 20cm e le ho utilizzate per queste ricette:
      http://lamponietulipani.blogspot.it/2013/09/happy-marriage-cake.html
      http://lamponietulipani.blogspot.it/2012/03/mama-non-mama.html
      Per quanto riguarda le crostate, in generale puoi usare la teglia da 20cm tranquillamente, in quanto se avanza la pasta frolla la puoi congelare.
      Per le torte se utilizzi una teglia di 20 cm per una ricetta da 22cm si allungheranno di poco i tempi di cottura e la torta sarà più alta, quindi puoi provare con il pan di spagna, torte semplice al cioccolato o alle mele e non credo avresti troppi problemi; in genere io utilizzo una tortiera da 22cm anche con ricette che richiedono una da 24cm.
      Per le altre torte le trovi nel "menù" :)
      Per qualsiasi altro dubbio sono qui!

      Elimina
  31. Mi hai messo una sfrenata voglia di provarla, Martina! E' magnifica!!!

    RispondiElimina